Acquisti contactless di piastrelle
(4229)
    (183)
      Mostra
      Criteri scelti: 0
      Tutti i blog

      Cashback rivoluzionario. Attenzione ai clienti che hanno effettuato il bonifico nella banca Revolut e ricevuto il rimborso del pagamento 06.09.19Domande e risposte

      Cashback rivoluzionario. Attenzione ai clienti che hanno effettuato il bonifico nella banca Revolut e ricevuto il rimborso del pagamentoIn poche parole.

      La maggionarza di voi ha già ricevuto i materiali ordinati, speriamo che siate rimasti contenti di tutto. Se le piastrelle ordinate non sono state ancora consegnate, non preoccupatevi. Il rimborso del pagamento non avrà nessun impatto ai termini di consegna e gli altri nostri oblighi del venditore che saranno adempiuti tutti in piena misura. Per qualche inspiegabile ragione, la banca Revolut ha deciso di rimandare indiento ai clienti alcuni pagamenti già effettuati che sono stati scelti con una logica inspiegabile. I nostri addetti al Servizio Clienti che coordinavano i vostri ordini vi invieranno le mail con i nuovi requisiti bancari dove vi chiediamo di effettuare il bonifico bancario di nuovo.

      Altro (con emozioni)

      Ca**o! Mi**chia!

      E’ incredibile! La Revolut si chiama il sistema di pagamento e funziona sotto controllo dell’autorità del Regno Unito (paese civilizzato, una volta libertariano con la tutela dei diritti). Come sapiamo dai media, la Revolut è stata accusata di infrazione alle leggi antiriciclaggio. Sembra che per loro sia importante mostrare che hanno colto i malvagi. Probabilmente, quelli che facevano gli affari loschi hanno la lobby forte, oppure solo per pigrizia hanno deciso di agire applicando il principio dell'antica Roma di decimazione, cioè punire qualcuno scelto casualmente a prescindere dal fatto di reato.

      Quindi per rispondere ai locali burocrati britannici, i clerk della Revolut hanno scelto noi come capro espiatorio (visto le recensioni su Trustpilot, non solo noi ma anche molte altre ditte, probabilmente offese senza colpe). Hanno segnato tutti (letteramente tutti) i nostri acquirenti come sospetti, loschi e ci hanno accusato di vendita criminale di piastrelle in ceramica attraverso il web. Il nostro conto in Revolut è stato bloccato a luglio, facevano delle verifiche in cui non ci hanno richiesto nessun documento e non intraprendevano azioni concrete. Così stavano aspettando il tempo per queste verifiche da passare, necessario a quelli che le hanno iniziate. I pagamenti dei clienti stavano in sospeso ed è stato presunto che tutti essi dovevano aspettare 2 mesi finché i lenti funzionari brittannici prendessero la decisione sulla questione di permettere a loro di acquistare le ceramiche con i suoi soldi oppure no. Ebbene, dopo aver perso senza ragione il tempo, il fratello maggiore ho detto di no. Non ci danno nessuna informazione, la banca non ci risponde alle nostre domande, dunque la portata del problema è così grande che sembra impossibile affrontarlo. Alle decine (se non ai centi) dei clienti che avevono effettuato i bonifici dalle banche dell’UE (tramite il sistema KYC meno esasperante) è stato negato l’uso delle piastrelle di ceramica per il rivestimetro di casa.

      In realtà stanno effettuando i rimborsi sui conti degli acquirenti in modo caotico. In tale situazione quando la merce è già consegnata, l’azienda caduta in un tranello della Revolut rimane sia senza la merce che senza i soldi.

      Abbiamo avuto il ricavo congelato al minimo per un mese e la possibilità di bloccare le consegne ai clienti colpevoli per aver scelto noi, banca Revolut e suo regolatore nel Regno Unito. Per fortuna, la nostra impresa sostanzialmente redditizia e ricca si trova a questa fase del suo sviluppo, quando abbiamo una riserva di liquidità, grazie a cui abbiamo adempiuto tutti gli obblighi malgrado la decisione assurda di bloccare le operazioni dalla banca e dall’autorità finanziaria del Regno Unito. Comunque si può immaginare quanti sono gli start up tecnologici, attirati da una buona offerta della Revolut e facilità di aprire un conto lì, sono stati presi nella trappola e non riusciranno a sopravvivere in tale crisi (blocco di un ricavo per 2 mesi significa la morte per 95% degli start up).

      Due settimane fa abbiamo presentato un reclamo all’ombudsman finanziario del Regno Unito, ma non abbiamo ricevuto nessun riscontro.

      Se stai leggendo questa voce, ti chiediamo di fare il repost per impedire l’eventuale cadere in un tranello della Revolut dagli altri start up. Siamo pronti a comunicare le dilucidazioni dettagliate assieme alla documentazione necessaria ai media interessati.

      Inoltre, siamo pronti a partecipare all’avviare una causa collettiva dei business colpiti dall’attività della Revolut.

      Chiediamo da Revolut e dall’autorità del Regno Unito di smettere la pratica di caccia alle streghe e di accusa infondata di delitti non commessi con punire i business incolpevoli.

      I commenti sotto questo post sono aperti. Se la banca Revolut abbia un’eventuale spiegazione a quello che sta succedendo e se c’è qualcuno che lo possa descrivere chiaramente, vi invitiamo a farlo. Promettiamo di non cancellare i commenti e di non bannare la banca come essa lo fa adesso con i clienti offesi.

      Commenti